home  »  I percorsi spirituali  »  Il cristianesimo arriva in ..  »  7° giorno Atene / Corinto

7° giorno Atene / Corinto

Per il resto, o fratelli, state lieti, mirate alla perfezione, incoraggiatevi, state uniti, vivete in pace, e il Dio dell’amore e della pace sarà con voi” – 2° lettera ai Corinzi

Prima colazione e partenza per la visita guidata di Atene. Le visite inizieranno all’Acropoli, con la visita ai suoi monumenti, all’Areopago e al Museo dell’Acropoli. Al termine giro panoramico in autobus della città passando davanti ai monumenti e alle piazze principali: Piazza della Costituzione, il Parlamento, Milite Ignoto, Biblioteca Nazionale, Piazza Omonia, Arco di Adriano. Nel pomeriggio escursione a Corinto antica, dove l’Apostolo Paolo si calcola fosse arrivato nell’anno 50. Numerosi sono i monumenti dell’antica città da visitare tra cui l’antica agorà, la Fonte Pirene, il tempio di Apollo. S. Paolo è il patrono della città moderna e a lui è dedicata una grande chiesa. Rientro ad Atene. Nel corso della giornata avremo la possibilità di celebrare la messa domenicale presso la parrocchia francescana di Atene, dove, se possibile, incontreremo padre Gabriele. Cena e pernottamento in albergo.

APPUNTI DI VIAGGIO – La buona notizia si diffondeva lentamente a Corinto. Paolo proveniva da Atene e ogni sabato si presentava nella sinagoga proponendo una rivoluzionaria lettura della storia sacra, ripercorsa a partire da Gesù che, egli senza esitazione riconosceva come il Cristo. Corinto era allora una città movimentata abituata alle voci dei predicatori di ogni genere. Paolo si fermò a Corinto un anno e mezzo. Ai corinzi Paolo scrisse ben 2 lettere che testimoniano le difficoltà che viveva la comunità divisa su molte questioni e per le quali Paolo soffrì moltissimo.

[1]Dopo questi fatti Paolo lasciò Atene e si recò a Corinto. [2]Qui trovò un Giudeo chiamato Aquila, oriundo del Ponto, arrivato poco prima dall'Italia con la moglie Priscilla, in seguito all'ordine di Claudio che allontanava ...

13]Ma quando i Giudei di Tessalonica vennero a sapere che anche a Berèa era stata annunziata da Paolo la parola di Dio, andarono anche colà ad agitare e sobillare il popolo. [14]Allora i fratelli fecero ...

La lettera di Clemente rappresenta, fin dal primo secolo, la sollecitudine della Chiesa di Roma, che presiede nella carità a tutte le altre Chiese

continua..

Significato e contesto dei riferimenti eucaristici di 1Cor 10-11

continua..

La matrice ebraica e pagana di Paolo

continua..

Per affidarsi sempre al Signore per vincere le paure e per vedere cosa Dio opera nelle persone

continua..

Conoscere interiormente Gesù e il suo mistero così da poterlo comunicare in modo efficace e saper inculturare il messaggio cristiano nei diversi contesti

continua..

La lettera di Diogneto

continua..

Meditazione alle rovine dell'Areopago

continua..