home  »  Luoghi  »  Kalambaka (Meteore Bizantine)

Kalambaka (Meteore Bizantine)

Kalambaka è una piccola cittadina greca ai margini della Tessaglia, con meno di 30 mila abitanti. La città sorge sui resti dell’antica Egina, poi divenuta fortezza bizantina. Il suo nome ha origine sotto la dominazione turca, e significa “fortezza”. Ai più è nota perché nei suoi pressi sorgono le Meteore, letteralmente i monasteri “sospesi nel cielo”, importanti centri della chiesa ortodossa greca. Ogni monastero è stato edificato in cima a falesie di arenaria, torri di roccia naturali, in un paesaggio surreale. I monasteri furono costruiti in numero di 24, ma ad oggi solo sei sono ancora in uso e abitati (Agios Stefanos, Agia Triada, Gran Meteora, Varlaam, Roussanou e Agios Nikolaos). Degli altri restano per lo più rovine. L’accesso ai monasteri un tempo avveniva tramite carrucole o lunghe scale a pioli, ma sono state poi costruite scale di accesso scavate nella roccia.

I monaci che abitano le Meteore costituiscono il secondo più importante raggruppamento monastico in Grecia, dopo il Monte Athos, iniziato a partire dall’XI secolo con l’arrivo dei primi monaci eremiti. Il declino della maggior parte dei monasteri fu dovuto a calamità naturali o incursioni di diversi conquistatori.