home  »  Multimedia  »  Terzo viaggio missionario di San Paolo

54-58 d.C.
Terzo viaggio missionario di San Paolo

Poco tempo dopo il suo ritorno, Paolo riparte nuovamente alla volta dell’Asia Minore. Rispetta la promessa fatta e si reca a Efeso, dove rimane per oltre due anni. Da qui scrive le sue lettere più belle (Prima Corinzi, Filippesi, Galati). Ma poi la “rivolta degli argentieri” causa un tumulto contro i cristiani e Paolo è costretto a fuggire, dirigendosi in Macedonia e poi a Corinto: intanto continua a scrivere le sue lettere (Seconda Corinzi e Romani).

Resta a Corinto qualche mese ma poi riparte alla volta di Gerusalemme, passando per Troade e Mileto: qui declamerà il suo ultimo e commovente discorso, considerato il suo testamento spirituale. A Gerusalemme viene imprigionato e inviato a Caesarea, dove rimane in carcere per due anni. Da qui inizierà il suo ultimo viaggio, verso Roma, dove dopo alcuni anni agli arresti domiciliari Eusebio scrive sia stato decapitato nel 67 insieme a Pietro, ad opera di Nerone.

Dopo il Concilio di Gerusalemme, che sancì il distacco della Chiesa dal giudaismo, Paolo è pronto per l'evangelizzazione dei pagani. Mentre Barnaba, a causa di un dissidio con Paolo, parte alla volta di Cipro insieme ...

Poco tempo dopo il suo ritorno, Paolo riparte nuovamente alla volta dell'Asia Minore. Rispetta la promessa fatta e si reca a Efeso, dove rimane per oltre due anni. Da qui scrive le sue lettere più ...